OGMedica – Clinica di Medicina Estetica -Dr. Castorina

Peeling Chimico Viso

Il  peeling chimico è un trattamento di rinnovamento cellulare ottenuto mediante l’utilizzo di una sostanza di natura chimica che agisce in maniera differente sui diversi strati dell’epidermide. Indicato soprattutto per combattere rughe, acne o ridurre imperfezioni quali macchie dell’età e pori dilatati.
Addolcisci i lineamenti con il peeling chimico
Il trattamento di rinnovamento cellulare per il tuo volto.

i nostri lavori

Prima e Dopo Peeling Viso

| OGMedica - Clinica di Medicina Estetica -Dr. Castorina Peeling Chimico Viso

Il Peeling Chimico al Viso consente di ridurre la visibilità delle macchie, regolarizzare la trama cutanea, livellare le rughe, svolgere un’azione seboregolatrice, attenuare la presenza di irregolarità esito dell’acne

E’ utile soprattutto per preparare la pelle a ricevere trattamenti di ringiovanimento più strutturati, nel trattamento di macchie e melasmi.

| OGMedica - Clinica di Medicina Estetica -Dr. Castorina Peeling Chimico Viso

Perchè il Peeling Chimico è utile alla tua Pelle?

Quando la pelle invecchia, sulla superficie si accumulano delle cellule morte, sono
cellule cornee, lo strato più superficiale della pelle. Più il tempo passa e più queste
cellule tendono ad addensarsi favorendo la comparsa di una superficie cutanea
opaca, in alcuni punti si formeranno delle vere e proprie sole di cellule morte,
chiamate cheratosi. Le cheratosi, sono proprio quelle macchie scure della pelle,
ruvide al tatto, che si possono prevenire efficacemente con sedute di peeling
periodici durante l’anno.
Cos’è il peeling chimico ambulatoriale ?
Peeling chimico o chemoesfoliazione rappresenta una procedura medica, sicura ed
efficace, per migliorare condizioni cutanee alterate, agisce rimuovendo e rinnovando
gli strati di epidermide superficiale per indurre un rinnovamento del derma
danneggiato. La sua azione si realizza mediante l’applicazione sulla pelle di uno o
una combinazione di più acidi ad azione “corrosiva modulata”
L’indicazione è quella di modificare il processo riproduttivo alterato o rallentato della
pelle, stimolando il derma, a produrre in maniera più attiva collagene ed elastina,
responsabili dell’elasticità, della luminosità e della salute, in generale, della pelle.
Può quindi essere utile nella prevenzione e trattamento dell’invecchiamento cutaneo,
per contrastare e trattare le rughe, levigare e rendere più luminosa ed omogenea la
pelle, nel regolarizzare il sebo nelle pelli seborroiche e nel trattamento dell’acne
specificatamente nelle fasi pre e post acneiche, ma anche più specificamente con
peeling localizzati e mirati all’asportazione di macchie cutanee (cloasma-melasma,
lentigo, cheratosi ecc..)
Per concludere il peeling è un ottimo toccasana per la cute perché elimina
velocemente le cellule morte superficiali, favorendo la rigenerazione e il ricambio
cellulare profondo, per una sferzata di vitalità ed energia ed una pelle visibilmente
ringiovanita.

Il Peeling Chimico è adatto per trattare:

  • Seborrea
  • pelle mista
  • acne in fase attiva comedonica e comedonico-microcistica
  • Attenuare le Macchie della pelle
  • Photoaging iniziale
  • rughe superficiali
  • Melasma superficiale, medio-superficiale
  • iniziali stati discheratosiche
  • Rughe medio-profonde
  • cheratosi
  • cicatrici profonde

Peeling Chimico: gli Effetti

| OGMedica - Clinica di Medicina Estetica -Dr. Castorina Peeling Chimico Viso

Il peeling è un trattamento dalla duplice funzione: da un lato esercita un’azione esfoliante sulla pelle, dall’altra funziona come stimolo biologico: gli acidi utilizzati penetrano fino al derma dove stimolano i fibroblasti (le cellule che formano il tessuto) a produrre fibre elastiche, collagene e glicosaminglicani, molecole in grado di trattenere acqua e quindi di mantenere idratato il derma. Ma i peeling non sono tutti uguali e agiscono in modo diverso secondo le sostanze usate e il loro grado di penetrazione nel tessuto cutaneo. Come scegliere, allora? Dipende dalle condizioni della pelle e dal risultato che si vuole ottenere. Esistono infatti tre tipi di peeling: superficiale, medio e profondo. Scopriamo allora quali sono le differenze.

scegli la tipologia di peeeling in base al tipo di pelle e al risultato che intendi ottenere

Quale tipo di Peeling Scegliere?

Peeling Superficiale

utile per dare nuova lucentezza alla pelle opaca e per attenuare le macchie cutanee superficiali, riducendo la dilatazione dei pori.

Peeling Medio

esercita l’azione esfoliante fino allo strato più profondo dell’epidermide. È perfetto per l’eliminazione di rughe superficiali.

Peeling Profondo

agisce ancora più in profondità ed è utile per il trattamento di cicatrici da acne, rughe profonde

gli acidi utilizzati per il peeling

Acidi Ideali per Peeling Chimico

Acido Mandelico

L’acido mandelico è un AHA derivato dalle mandorle, con una struttura che lo rende una sostanza ad azione lenta e progressiva. L’indicazione principale al suo uso è per un peeling chimico superficiale-medio che agisce senza procurare bruciore o rossore Al contrario il principio è particolarmente attivo nella riparazione e riattivazione della pelle invecchiata, ha i proprietà antibiotiche e si rivela quindi efficace nell’acne infiammatoria non cistica. Ottimo peeling in gravidanza perché senza effetti collaterali. Da non sottovalutare, inoltre, le accertate capacità depigmentanti. È definito “il peeling dell’estate” poiché il mandelico non è fotosensibilizzante ed è quindi applicabile in tutte le stagioni.

Acido Sacilico

L’acido salicilico risulta un ottimo rimedio contro le lesioni provocate dall’acne. Le sue indicazioni vanno dal fotoinvecchiamento all’acne papulo-pustolosa di lieve e media entità, alle ipermelanosi epidermiche, alla rosacea. Possiede inoltre azione antibatterica ed antinfiammatoria.

Acido Piruvico

L’acido piruvico è un alfa chetoacido che possiede attività cheratolitica medio-profonda, antimicrobica e sebostatica, il cui meccanismo d’azione non è ben noto ma porta ad una diminuzione della coesione intercheratinocitaria fino a provocare acantolisi.

Acido Tricloroacetico (TCA)

L’acido tricloroacetico (TCA) è una delle sostanze più usate e studiate per la realizzazione di peeling di media profondità. Efficace per Rughe medio-profonde, cheratosi, cicatrici profonde

le Vostre Domande

Scopri le risposte sul Peeling Chimico

Le sedute verranno programmate dal medico, considerando la correzione
dell’inestetismo da trattare, per un rinnovamento cute di routine è consigliabile 5 o 6
peeling all’anno .

Generalmente dai 30 ai 40 min, diventa 1 h qualora venisse applicata una maschera
lenitiva ed energizzante all’acido ialuronico.

La procedura dei peeling ambulatoriali può suscitare eritema, edema post intervento
per uno tre giorni a seconda della profondità d’azione, con, persistente sensibilità al
vento ed al sole.
Per controllare e superare I possibili effetti secondari i peeling ambulatoriali sono
spesso associati a terapie topiche domiciliari pre trattamento, al fine di potenziare
l’effetto terapeutico (es. acido retinico, idrochinone) o terapie topiche post
trattamento utili a diminuire gli effetti collaterali ad esso legato (es. creme
lenitive,cortisonici topici, antinfiammatori) e sempre l’uso di fotoprotezione durante
tutto l’anno come terapia topica preventiva.

Gravidanza o l’allattamento.
Cheloidi.
Pelle scura, mulatta o olivastra.
Herpes simplex, herpes labiale.
Trattamenti di chemioterapia o radioterapia.
Sieropositività o AIDS.
Alcuni farmaci.

contatti

OG Medica

Via Gustavo Vagliasindi, 52 Catania 2° Piano || Dr. Milena Castorina 
Info e Prenotazioni  +39 340 769 9438 - info@ogmedica.com

Richiedi Consulto Immediato, Compila i seguenti dati e sarai subito ricontattato