CARBOSSITERAPIA - Studio Medico Estetico OG Medica
15512
product-template-default,single,single-product,postid-15512,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_bottom_fixed,qode_grid_1200,columns-3,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

CARBOSSITERAPIA

CARBOSSITERAPIA

 Alleata del microcircolo, nemico della cellulite

Cos’è

La carbossiterapia consiste nella somministrazione di anidride carbonica per via sottocutanea o pericutanea attraverso una speciale apparecchiatura che è in grado di garantire un’erogazione controllata e assolutamente sterile.

L’anidride carbonica interviene efficacemente sulle problematiche di tipo circolatorio: il gas ha la proprietà, conosciuta ormai da molti decenni in medicina, di provocare una vasodilatazione diretta, l’aumento della velocità del flusso sanguigno e l’apertura dei capillari.

 

Gli effetti

I tessuti risulteranno quindi più irrorati ed ossigenati, le scorie smaltite più facilmente, e i gonfiori, ad esempio delle gambe, miglioreranno sensibilmente.

Per lo stesso motivo il gas ha il potere di rompere le cellule adipose, ma anche di migliorare l’aspetto della pelle che risulta più tonica, elastica e luminosa grazie alla stimolazione del flusso sanguigno, e alla rivitalizzazione dei fibroplasti, responsabili di produrre collagene e acido ialuronico.

La carbossiterapia è perciò utilissima, particolarmente in associazione ad altre metodiche come l’Endermologie della LPG, nel trattamento della cosiddetta cellulite, nelle adiposità localizzate anche post-gravidiche, nelle smagliature, cicatrici e problemi vascolari come le varici, oltre che nel caso in cui la pelle abbia perso compattezza e vitalità.

Tempi, modalità dell’intervento e ripresa delle normali attività


 

Categoria:
Descrizione

Carbossiterapia

 Alleata del microcircolo, nemico della cellulite

Cos’è

La carbossiterapia consiste nella somministrazione di anidride carbonica per via sottocutanea o pericutanea attraverso una speciale apparecchiatura che è in grado di garantire un’erogazione controllata e assolutamente sterile.

L’anidride carbonica interviene efficacemente sulle problematiche di tipo circolatorio: il gas ha la proprietà, conosciuta ormai da molti decenni in medicina, di provocare una vasodilatazione diretta, l’aumento della velocità del flusso sanguigno e l’apertura dei capillari.

 

Gli effetti

I tessuti risulteranno quindi più irrorati ed ossigenati, le scorie smaltite più facilmente, e i gonfiori, ad esempio delle gambe, miglioreranno sensibilmente.

Per lo stesso motivo il gas ha il potere di rompere le cellule adipose, ma anche di migliorare l’aspetto della pelle che risulta più tonica, elastica e luminosa grazie alla stimolazione del flusso sanguigno, e alla rivitalizzazione dei fibroplasti, responsabili di produrre collagene e acido ialuronico.

La carbossiterapia è perciò utilissima, particolarmente in associazione ad altre metodiche come l’Endermologie della LPG, nel trattamento della cosiddetta cellulite, nelle adiposità localizzate anche post-gravidiche, nelle smagliature, cicatrici e problemi vascolari come le varici, oltre che nel caso in cui la pelle abbia perso compattezza e vitalità.