OGMedica – Clinica di Medicina Estetica -Dr. Castorina

Botox e filler: quali sono le principali differenze e cosa devi sapere

Botox e filler: quali sono le principali differenze e cosa devi sapere

Inizialmente sconosciuti e spesso demonizzati, il botox o botulino e il filler sono diventati tra gli interventi di medicina estetica mini invasiva, più richiesti.

Utilizzati inizialmente con il solo scopo di attenuare le rughe, in seguito la migliore conoscenza delle tecniche iniettive ne ha fatto evolvere l’uso tanto che adesso questi due elementi ricoprono molteplici funzioni.

Oltre ad appianare le rughe del volto, i trattamenti a base di botox e filler servono a:

  • sostenere e rimpolpare le zone del volto svuotate;
  • dare maggior volume alle labbra;
  • definire la forma del naso e i lineamenti, aree in cui si possono ottenere ottimi risultati, se utilizzati con le procedure più avanzate e

Ma quali sono le principali differenze tra botox e filler e a cosa servono esattamente?

Lo vediamo in questa sede.

Botulino Filler

Che differenza c’è tra botox e filler?

La differenza tra il filler e il botulino è netta sull’indicazione.

Iniziamo col parlare del botox dicendo che il botulino è un farmaco la cui indicazione è rilassare i muscoli (per questo definito mio rilassante). Al contrario, il filler è un dispositivo medico la cui indicazione è riempire i tessuti molli del volto sollevando i lineamenti.

Botox o Acido Ialuronico

Botulino o filler?

Possiamo quindi dire che il botulino viene usato per lo più per distendere la pelle della fronte e del contorno occhi migliorando lo sguardo e l’espressione del viso. Il risultato dei trattamenti a base di tossina botulinica si può iniziare ad apprezzare dopo 3 / 5 giorni per poi essere completamente visibile a due settimane dal trattamento circa. Per quanto riguarda la durata del risultato, questa è variabile e generalmente va dai 4 ai 6 mesi.

Essendo un riempitivo, il filler viene principalmente utilizzato per donare volume ma soprattutto sostegno in tutte le aree del volto che tendono a cedere o si svuotano. La sua composizione è generalmente a base di acido ialuronico a vari gradi di densità.  

 

Botox e acido ialuronico insieme

È importante altresì dire che un elemento non esclude l’altro.

Vi sono infatti dei trattamenti che si basano sull’uso di botox e acido ialuronico insieme.

Infatti, come detto sopra, le due sostanze hanno funzioni molto diverse che in alcuni casi possono diventare complementari.

In genere, l’uso congiunto di filler e tossina botulina è impiegato per ottenere un ringiovanimento complessivo.

Botox Caratteristiche

Le caratteristiche del filler

Grazie alle procedure iniettive più avanzate alla durata dei nuovi fillers oggigiorno è possibile realizzare veri e propri mini lifting del volo senza ricorrere al bisturi.

Ecco quali sono i principali vantaggi del filler a base di

  • Tempi di recupero velocissimi: il paziente dopo l’intervento potrà tornare da subito alle proprie normali occupazioni;
  • Risultati duraturi e naturali se viene fatto un piano “ad personam” a seconda dell’età e delle caratteristiche specifiche.

Come non incorrere nei risultati disastrosi di tante celebrities?

Nonostante le tecniche iniettive a base di filler siano sicuramente meno rischiose rispetto a quando si ricorre alla chirurgia plastica, la scelta del professionista a cui rivolgersi è di estrema importanza.

Ecco perché è decisamente sconsigliato optare per un medico piuttosto che un altro perché il professionista ci è stato consigliato da qualcuno che conosciamo o per usufruire di sconti.

I risultati disastrosi di attrici e attori, modelle, cantanti in cui al medico estetico, probabilmente, è scappata la mano, oppure non si trattava di un gran professionista, dimostrano infatti che non è un problema di denaro.

E allora come si può evitare di sbagliare? Il modo migliore è affidarsi ad un medico qualificato e competente che vanta una certa expertise, che usa materiali all’avanguardia e pratica tecniche avanzate e all’avanguardia.

Il vero professionista è colui che sa anche dire anche no nel caso in cui reputi che la richiesta del paziente non sia realizzabile o che il risultato finale possa alterare completamente l’armonia del volto.

Un bravo medico punta infatti a risultati naturali e garbati, senza eccessi, e soprattutto senza il fatidico effetto rifatto, direi ormai obsoleto.

.