Belkyra, doppio mento addio - Studio Medico Estetico OG Medica
Dottoressa Milena Castorina, Medico Chirurgo, esperto in medicina estetico-rigenerativa e nutrizionale
Medicina Estetica, Centro medico estetico, medico estetico, centro medico estetico catania, medico estetico catania, milena castorina, og medica, o|g medica
16188
post-template-default,single,single-post,postid-16188,single-format-standard,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,paspartu_enabled,paspartu_on_bottom_fixed,qode_grid_1200,columns-3,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Belkyra, doppio mento addio

Belkyra, doppio mento addio

Soluzioni soft per un ovale perfetto 

I medici estetici europei lo attendavano già da due anni e adesso è arrivato anche in Italia. Stiamo parlando di Belkyra, un farmaco rivoluzionario già approvato dalla Food and Drugs Administration, che permette in poche sedute di sciogliere il grasso del mento, lasciando la pelle più tonica e ridefinendo zone che in precedenza venivano trattate con interventi invasivi di chirurgia estetica. È proprio il suo impiego a renderlo ancora più inedito: Belkyra viene infatti utilizzato con grande successo già da anni negli Stati Uniti con il nome di Kybella per trattare il sottomento e ridurre, in poche sedute, le lassità adipose del terzo inferiore del volto ottenendo un effetto tensore, simile a un mini lifting.

Le molteplici richieste d’intervento per eliminare l’antipatico inestetismo del sottomento, che può manifestarsi indifferentemente dal peso corporeo e dall’età, ha determinato un vero boom di richieste del farmaco. Secondo una recente indagine condotta dall’American Society for Dermatologic Surgery, la Società americana di chirurgia dermatologica, per il 68% degli intervistati il grasso che si deposita sotto il mento e la conseguente lassità cutanea rappresentano un inestetismo a volte addirittura invalidante dal punto di vista psicologico.

Ma come funziona? Lo abbiamo domandato alla dottoressa Milena Castorina, medico chirurgo, esperto in medicina estetico-rigenerativa e nutrizionale. «Belkyra è un farmaco sintetico che simula il comportamento dell’acido desossicolico, un acido biliare normalmente contenuto nel nostro organismo che degrada il grasso che si deposita nel nostro corpo. Avendo una fisiologica azione citolitica, il farmaco rompe selettivamente il tessuto adiposo in eccesso».

Qual è il risultato che si raggiunge?

«Con Belkyra si ottiene lo scioglimento del grasso sottomentoniero che successivamente verrà riassorbito facilmente dall’organismo e poi espulso. Ma non solo – continua la dottoressa Milena Castorina – si ha un altro importante risultato, diretta conseguenza del primo: la distruzione mirata del grasso induce il tessuto a rispondere con la formazione di nuovo collagene nella zona trattata, con conseguente effetto lifting e il ricompattamento della cute intorno al mento e alla mascella, donando così un aspetto più tonico e armonioso dell’ovale del viso».

Quali sono i tempi e le modalità dell’intervento?

«Secondo studi clinici sono sufficienti 1-3 sedute da 30 munuti ciascuno a distanza di un mese per eliminare gradualmente ma in modo definitivo il grasso dall’area trattata e i risultati, in base allo stadio del doppio mento, se pur visibili dalle prime sedute, saranno più evidenti con il passare dei mesi».

Precisa infine la dottoressa Milena Castorina «È bene comunque sapere che Belkyra, pur essendo un lipomodellamento non chirurgico, deve essere effettuato solo da medici esperti in ambiente ambulatoriale, perché va iniettato in punti strategici e il suo uso va valutato a seconda della situazione del paziente e dell’effetto desiderato».

Belkyra rappresenta dunque una vera innovazione nel campo medico estetico che avrà un impatto paragonabile a quello della tossina botulinica se, dopo gli opportuni studi scientifici, sarà estesa anche ad altre zone.